La didattica per competenze

Stampa
PDF

Il terzo seminario rivolto ai DOCENTI degli IPSSAR del Nord (PIEMONTE, VALLE D’AOSTA, LOMBARDIA, VENETO, TRENTINO ALTO ADIGE, FRIULI VENEZIA GIULIA, EMILIA ROMAGNA) si svolgerà nei giorni 19-20-21 febbraio 2013 presso l'IPSSAR Scappi di Castel San Pietro terme (BO)

Scarica il materiale per l'adesione

 

SEMINARIO PER I DOCENTI

DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI ALBERGHIERI

LA DIDATTICA PER COMPETENZE”

dalle Linee Guida del Nuovo Regolamento  alla Progettazione di Istituto

PREMESSA

In base al Regolamento di Riordino degli Istituti Professionali (D.P.R. n 87 del 15 marzo 2010) "il passaggio al nuovo ordinamento è definito da linee guida a sostegno dell'autonomia organizzativa e didattica delle istituzioni scolastiche, anche per quanto concernente l'articolazione in competenze, abilità e conoscenze dei risultati di apprendimento".

Le Linee Guida del primo biennio e quelle del secondo biennio e quinto anno, implicano che le scuole si impegnino ad individuare le modalità di intervento più idonee ad introdurre i nuovi principi. I docenti, oggi più che mai, hanno bisogno di punti di riferimento certi e modelli operativi in grado di supportarli nella revisione della loro attività didattica alla luce dei nuovi regolamenti.

La didattica per competenze è sicuramente il punto cardine del D.P.R. e delle successive direttive e per questo i Dirigenti della Re.Na.Ia. ritengono fondamentale attivare un percorso di formazione rivolto a tutti i docenti, sia a quelli dell’area generale, sia a quelli dell’area di indirizzo, compresi gli ITP, in quanto le competenze professionali, definite nelle Linee Guida, costituiscono il punto dal quale tutti devono partire e al quale tutti devono ricongiungersi per dare forma al profilo in uscita del diplomato nelle diverse articolazioni: Enogastronomia, Sala e vendita, Accoglienza turistica.

Pertanto le importanti trasformazioni istituzionali in atto richiedono e provocano, a un tempo, un rovesciamento di orientamenti, modi di vedere e di progettare. Ne consegue, da un lato l’esigenza di disporre di un insieme di misure capaci di “orientare l’azione”, in grado, cioè, di supportare i processi decisionali a sostegno dell’innovazione, dall’altro la necessità di disporre di strumenti per “pianificare e progettare” l’attività didattica in linea con le nuove esigenze che la riforma e il contesto fanno emergere.

Il seminario che la Re.Na.Ia. propone ha come obiettivo  una scuola che realizzi l’autonomia attraverso la condivisione e l’assunzione di responsabilità ed è stato elaborato sulla base di alcuni presupposti imprescindibili:

  1. Considerare la centralità del profilo in uscita e  delle competenze professionali.
  2. Rivedere la progettazione didattica stabilendo una relazione “attiva” tra competenze, abilità e conoscenze.
  3. Descrivere, valutare, certificare i risultati di apprendimento.
  4. Valorizzare gli  aspetti personali dell’allievo: motivazione, autostima, capacità decisionali …

PROGRAMMA

 

Destinatari: tutti i docenti sia dell’area generale sia di indirizzo.

 

 

1° GIORNO

Pomeriggio                 ore 14.30 – 18.30

  • Apertura dei lavori (Dirigente Scolastico)
  • Saluti delle Autorità
  • La Didattica per Competenze:

aspetti normativi, educativi e metodologici

  • La progettazione di percorsi formativi efficaci - l’Unità di Apprendimento:
    • Il Piano di lavoro dell’UdA con diagramma di Gantt
    • La consegna agli studenti
    • La relazione dello studente
    • La griglia di valutazione dell’UdA.
  • Avvio Progettazione di un’Unità di Apprendimento- workshop: simulazione di un consiglio di classe

2° GIORNO

Mattina                      ore 9.00 – 13.00

  • Continuazione Progettazione di un’Unità di apprendimento
  • Condivisione del materiale prodotto: punti di forza e criticità rilevati (in plenaria)
  • Programmazione disciplinare e del consiglio di classe, competenze e unità di apprendimento
  • Workshop sulla programmazione disciplinare e del consiglio di classe
  • Pausa pranzo

2° GIORNO

Pomeriggio                 ore 14.30 – 18.30

  • Valutare e certificare le competenze - Il Certificato delle Competenze  di Base  acquisite  nell’assolvimento dell’obbligo di istruzione:
    • le griglie di valutazione delle competenze dell’asse dei linguaggi
    • dell’asse matematico
    • dell’asse scientifico tecnologico
    • dell’asse storico sociale
  • Confluenza delle discipline negli assi culturali
  • Ruolo dell’Unità di Apprendimento nella certificazione delle competenze
  • Workshop sulle  griglie di valutazione delle competenze dei vari assi
  • Condivisione del materiale prodotto: analisi problematiche (in plenaria)

3° GIORNO

Mattina                      ore 9.00 – 13.00

  • Profilo professionale e bisogni formativi
  • La didattica laboratoriale:
    • Proposte organiche di metodologie didattiche innovative che valorizzino anche l’apprendimento non formale ed informale degli allievi
  • Programmazione disciplinare, competenze e unità di apprendimento: workshop
  • Condivisione del materiale prodotto: punti di forza e di criticità rilevati (in plenaria)
  • Esempio di Unità di apprendimento sull’  ASL
  • Conclusioni
  • Consegna questionario di gradimento
  • Pausa pranzo e rientro a casa

Metodologia:

Lezione frontale

Attivazione e problematizzazione del gruppo

Brain storming

Workshop

Confronto di idee e discussione

 

 

Durata:

Il corso si articola in due mezze giornate e una intera, per un totale di 16 ore.

 

Numero partecipanti:

3/4 docenti per scuola, e comunque non più di 50 partecipanti per corso.

Formatori

3 formatori di cui uno dell’area professionale.

 

Referenti del seminario:

Prof.ssa Giuliana De Cet

Prof.ssa Giuseppina Manca

Avviso: Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Cliccando qualsiasi link su questa pagina si auorizza l'utilizzo dei cookie. Per maggiori info consultare la sezione cookies e privacy privacy policy.

Clicca per accettare.

EU Cookie Directive Module Information